LA STORIA

La Scuola Superiore per Mediatori Linguistici di Reggio Calabria è nata nel 1982 come Scuola Superiore per Interpreti e Traduttori grazie all’intuizione e alla lungimiranza del Prof. Don Domenico Calarco che intravide nell’insegnamento delle lingue straniere uno strumento concreto per consentire all’Italia di entrare in contatto con il resto del mondo. Nell’anno 1989, la Scuola Superiore Interpreti e Traduttori ha avuto il riconoscimento con D.M. 19.05.1989.

A seguito del Decreto Ministeriale n. 38/2002, con cui è stato riformato l’Ordinamento degli Studi del settore, la Scuola ha ottenuto il riconoscimento (D.M. del 31/07/2003 pubblicato in G.U. n.203/2003) e da allora è abilitata ad attivare corsi di studi di durata triennale e a rilasciare il Diploma di Mediatore Linguistico equipollente a tutti gli effetti di legge al Diploma di Laurea in Scienze della Mediazione Linguistica conseguito nelle Università Statali. Nell’anno 2004, con modifica del Decreto 31 luglio 2003, la Scuola Superiore per Mediatori Linguistici di Reggio Calabria è autorizzata ad istituire e ad attivare corsi di studi superiori per Mediatori Linguistici e Mediatori Interculturali e a rilasciare i relativi titoli, equipollenti.

Il Miur ha, inoltre, autorizzato la Scuola (Decreto 24 Ottobre 2012) ad intitolarla al suo fondatore, il compianto Don Domenico Calarco. La S.S.M.L. ha, inoltre, realizzato la rivista periodica “Il Nostro Tempo e la Speranza”.

L’obiettivo del duro e appassionato lavoro di tutti questi anni è stato ampiamente raggiunto: costituire una Scuola di eccellenza, con docenti di madrelingua, nella formazione linguistica universitaria.

Print Friendly, PDF & Email