La Scuola Superiore per Mediatori Linguistici di Reggio Calabria è nata nel 1982 come Scuola Superiore per Interpreti e Traduttori grazie all’intuizione ed alla lungimiranza del Prof. Don Domenico Calarco che intravide nell’insegnamento delle lingue straniere uno strumento concreto per consentire all’Italia di entrare in contatto con il resto del mondo.

Nell’anno 1989, la Scuola Superiore Interpreti e Traduttori ha avuto il riconoscimento con D.M. 19.05.1989. A seguito del Decreto Ministeriale n. 38/2002, con cui è stato riformato l’ordinamento degli studi del settore, la Scuola ha ottenuto il suo personale riconoscimento (D.M. del 31/07/2003 pubblicato in G.U. n.203/2003) e da allora è abilitata ad attivare corsi di studi di durata triennale e rilasciare il Diploma di Mediatore Linguistico equipollente a tutti gli effetti di legge al Diploma di Laurea in Scienze della mediazione Linguistica conseguito nelle Università Statali.

Nell’anno 2004, con modifica del decreto 31 luglio 2003, la Scuola Superiore per Mediatori Linguistici di Reggio Calabria è autorizzata ad istituire e ad attivare corsi di studi superiori per mediatori linguistici e mediatori interculturali e a rilasciare i relativi titoli, equipollenti a tutti gli effetti ai diplomi di laurea conseguiti nelle università al termine dei corsi afferenti alla classe delle lauree in “Scienze della mediazione Linguistica”.

La Direzione della Scuola il 21 Giugno 2012 ha richiesto al MIUR l’autorizzazione a poter intestare la Scuola al suo fondatore – ora defunto – “Don Domenico Calarco”. Con decreto MIUR 24 Ottobre 2012 il Ministero autorizza la Scuola Superiore per Mediatori Linguistici di Reggio Calabria ad assumere la denominazione di Scuola Superiore per Mediatori Linguistici “Don Domenico Calarco”. La S.S.M.L. ha, inoltre, realizzato la rivista periodica “Il Nostro Tempo e la Speranza”. L’obiettivo del duro e appassionato lavoro di tutti questi anni è stato ampiamente raggiunto: costituire una Scuola di eccellenza, con docenti di madrelingua, nella formazione linguistica universitaria. La Scuola è accreditata dal 2 novembre 2009 con l’AICA ( Associazione Italiana per L’Informatica e il Calcolo Automatico) con 15 sessioni e più di 600 esami svolti e con il rilascio di 45 certificazioni ECDL CORE. Presso la Scuola è stato tenuto un corso completo di preparazione al conseguimento della patente europea rivolto ai docenti delle scuole pubbliche (bando indetto dalla Regione Calabria con l’importo cofinanziato dal FSE-POR Calabria FSE 2007/2013 – asse IV – obiettivo I.1). Si tengono anche corsi di preparazione alle seguenti certificazioni: ECDL Health , WebEditing , ImageEditing , Certificazione LIM , Multimedia , certificazione Diritto ICT , Advanced , CAD3D , GIS. La S.S.M.L ha inoltre intrapreso un percorso incentrato sulla formazione di docenti qualificati di lingua italiana per stranieri aderendo all’iniziativa dell’Università Statale per Stranieri di Siena. Con questo sodalizio si è dato avvio alla certificazione DITALS di I e II livello: si tratta di un titolo culturale rilasciato dall’Università Statale per Stranieri di Siena che valuta la preparazione teorico-pratica nel campo dell’insegnamento dell’italiano a stranieri e garantisce un certo grado di omologazione anche al di fuori di un percorso formativo specifico: ogni candidato può prepararsi autonomamente nella maniera che ritiene più adeguata al livello di certificazione prescelto. La sua validità legale, in Italia e all’estero, dipende dagli ordinamenti dei singoli Stati e delle o dalle singole istituzioni. In molti casi è già considerata un titolo valutato per l’attribuzione di un punteggio nel reclutamento degli insegnanti o per l’attribuzione di crediti nell’ambito di un percorso formativo di area glottodidattica. Come complemento della certificazione DITALS, presso la S.S.M.L è possibile sostenere la certificazione CILS, titolo di studio che attesta il grado di competenza linguistico-comunicativa in italiano come L2 ed è utilizzabile da parte di cittadini stranieri o cittadini italiani residenti all’estero (discendenti di emigrati italiani). Il Ministero dell’Università e della Ricerca riconosce la CILS come certificato per l’ammissione degli studenti stranieri extra-comunitari alle Università italiane al possesso del Livello CILS Due – B2 esonera gli studenti extra-comunitari dalla prova di lingua italiana. In riferimento al regime di autonomia universitaria, la CILS costituisce comunque un punteggio nella graduatoria derivante dagli esami di ammissione presso i singoli Atenei. Molte aziende o ditte italiane straniere riconoscono i certificati CILS come requisiti per rapporti di lavoro. La Scuola, altresì, tiene corsi di lingue straniere (inglese, spagnolo, francese, tedesco, russo, arabo, giapponese, cinese) mirati all’acquisizione di competenze relative all’utilizzo delle lingue straniere nella vita quotidiana, o per scopi specifici e professionali. Infine, la S.S.M.L. organizza ed eroga corsi speciali orientati alla formazione e all’aggiornamento professionale nell’ambito della traduzione e dell’interpretariato. I destinatari dei suddetti corsi sono laureati, laureandi, formatori e professionisti del settore. I corsi mirano a offrire un quadro teorico-metodologico sul processo traduttivo e sull’analisi delle tecniche traduttive più idonee ad affrontare diverse tipologie di testi specialistici (economia, turismo, istituzioni, testi giornalistici, linguaggio letterario e tecnico-scientifico). Allo scopo di promuovere l’offerta didattico-formativa, la S.S.M.L. organizza presso la propria sede cicli di seminari e convegni, avvalendosi del contributo di esperti in materia. La Scuola ha partecipato attivamente ad una serie di iniziative in collaborazione con la Pubblica Aministrazione (Ministeri, Enti pubblici ed Enti locali) e delle istituzioni scolastiche, dove il Mediatore Linguistico interviene per agevolare e mediare il confronto con le problematiche della multietnicità, o svolgere il ruolo di interprete di conferenza, interprete parlamentare, interprete di Ambasciata e di Consolato, operatore umanitario in zone di crisi. Una menzione speciale merita l’organizzazione dell’evento internazionale dei Sindaci delle Città del Mediterraneo, promosso dal Comune di Reggio Calabria in stretta collaborazione con il Ministero degli Affari Esteri. Nell’ambito della realizzazione dell’evento, la S.S.M.L. ha espletato in maniera eccellente il servizio di interpretazione simultanea e consecutiva nonché l’accoglienza e l’assistenza ai congressisti stranieri. In conclusione, la S.S.M.L. ha fornito servizi di interpretariato alla Camera di Commercio di Reggio Calabria in riferimento al Progetto Pilota di laboratorio permanente Euromed “Costruire sostenibile nel Mediterraneo: verso Sud, dopo Sud”.

 

Print Friendly, PDF & Email